Pianifica una vacanza
I nostri consulenti di viaggio sono a tua disposizione per organizzare la tua vacanza.
Booked a sailboat? Bon appetit onboard! - Sailogy

Booked a sailboat? Bon appetit onboard!

Some helpful tips to keep in mind when planning meals at sea

Ottimi pasti sono una parte importante di ogni vacanza memorabile, e le vacanze in barca a vela non fanno eccezione. C'è un mito diffuso che cucinare a bordo è difficile, ma noi di Sailogy siamo sinceramente in disaccordo. Ciò che è importante, però, è un po' di buona pianificazione a priori. Dato che molto probabilmente farete i vostri acquisti e cucinerete da soli, date un'occhiata ai nostri suggerimenti prima di salpare. E....buon appetito!

I migliori consigli di Sailogy per mangiare a bordo

Gli appetiti aumentano sull'acqua.
Potreste pensare di conoscere bene le abitudini alimentari dei vostri amici, ma non c'è niente come una giornata trascorsa in mare per far salire la fame. Quindi, tienilo presente quando fai acquisti - e aumenta le quantità di conseguenza.

Portate con voi alcuni dei vostri strumenti.  Le barche a noleggio vi forniranno una cucina completamente attrezzata, ma tenete presente che si tratta sempre di un noleggio e alcuni strumenti potrebbero non essere all'altezza dei vostri "standard". Si consiglia di portare un coltello o due, un paio di cesoie da cucina affilate, un piccolo e pulito tagliere, un buon cavatappi affidabile, apriscatole o qualsiasi altro piccolo gadget di cui non si vuole fare a meno. Molti marinai esperti giurano che con pentole a pressione si riducono notevolmente i tempi di cottura e sono ideali per preparare pasti in grandi quantità.

Assicuratevi di capire esattamente cosa include la vostra cucina in barca. Alcune barche potrebbero non avere un forno, oppure una macchina per il caffè. Per evitare sorprese dell'ultimo minuto, controllate con molta attenzione l'elenco delle attrezzature della vostra imbarcazione e non siate timidi nel chiedere d'inviarvi una lista esatta di ciò che viene fornito nella vostra cucina a bordo.

Fate scorta il più possibile da casa. Se è possibile farceli stare nel bagaglio, portare cose necessarie, ma spesso costose, come spezie, marmellata, caffè, condimenti, o qualsiasi cosa che è confezionato sottovuoto o sigillato (come salumi e formaggi). Anche se è fantastico assaggiare sempre i cibi locali, probabilmente vorrete alcuni dei vostri ingredienti familiari, e negozi di alimentari vicino ai porti tendono ad essere costosi. Ovviamente dividere la lista della spesa a casa tra tutti i passeggeri è una buona idea.

Chiedete le preferenze, le allergie e le restrizioni dei vostri compagni di viaggio prima di partire. Questo può sembrare ovvio, ma una vacanza in barca a vela non è il momento di scoprire che la ragazza del tuo migliore amico è allergica al formaggio, o che qualcun altro non sopporta i pomodori. Pianificare con successo i pasti significa rendere tutti il più possibile felici e ben nutriti.

Non dimenticate il vostro skipper! Se state navigando con uno skipper, ricordate di aggiungere una persona in più ai vostri calcoli di acquisto. Il vostro skipper lavorerà duramente tutto il giorno, e si prevede che lui o lei si godrà tutti i pasti a bordo con il resto dell'equipaggio.

Ricordate che lo spazio di stoccaggio sarà limitato. Soprattutto in frigorifero. Molte barche hanno un piccolo congelatore, o non ce n'è affatto. Scegliete liquidi che non necessitano di refrigerazione, come i succhi di frutta tetrapacked e il latte UHT.

Mentre si parla di bere...Alcuni dicono che gli effetti dell'alcol sono amplificati in mare, quindi non pensate di bere quanto berrete a casa vostra. Inoltre, lo spazio è strettamente limitato, e le bottiglie di vino e birra ne occupano gran parte. La birra in scatola è migliore di quella imbottigliata, e se i vostri compagni di viaggio li apprezzano, potreste voler pensare di preparare cocktail con vodka, rum e bibite analcoliche (un miglior rapporto alcol-spazio), e ridurre al minimo le bottiglie di vino. Quando si tratta di acqua, calcolate circa 1,5 litri al giorno per passeggero. È importante rimanere idratati sotto il sole del Mediterraneo!

Ricordate: tritare e affettare durante la navigazione non è facile. Anche chi è esperto di cucina potrebbe avere difficoltà a tritare le cipolle mentre naviga a 10 nodi. Pensate a pranzi alla mano, facili e veloci, che possono essere assemblati la mattina mentre siete ancora ormeggiati. Panini, bruschette e insalate di pasta fredda sono idee per i pasti che permettono alle persone di servirsi da sole.

Sai cosa si dice di troppi cuochi... Le cucine a bordo sono piccole. Di solito una sola persona sarà in grado di preparare un pasto, quindi a meno che non ci sia qualcuno che vuole essere il cuoco "designato", è una buona idea assegnare i pasti a rotazione. E per promuovere l'armonia, ricordate la regola fondamentale: chi cucina non lava i piatti!

Benvenuto a bordo!

Prenota la tua prima vacanza in barca con Sailogy: un coupon di 150€ in regalo per te!