Pianifica una vacanza
I nostri consulenti di viaggio sono a tua disposizione per organizzare la tua vacanza.
Noleggio barche Dalmazia - Sailogy

Noleggio barche Dalmazia

3292 barche in quest'area

Fare vacanze in barca a vela in Dalmazia è facile: dall’Italia, superata verso sud la grande penisola dell’Istria, ecco che si raggiunge proprio la grande regione costiera della Croazia. Chi ama andare per mare può sbizzarrirsi a navigare in questo Adriatico magico e incontaminato, pochissimo distante dalle coste di casa nostra. Senza contare che lungo questo sterminato litorale si possono facilmente individuare tre grandi territori, marini e isolani, tutti perfetti per fare vacanze in barca a vela in Dalmazia. Il primo è quello che racchiude il tratto settentrionale delle coste dalmate, compreso tra le città di Zadar e Sibenik e dal vasto tratto di mare che le fronteggia. Aristocratica e antica, Zadar, in italiano Zara, tra le sue mura possenti ospita importanti monumenti Romani e medievali oltre ad essere un’ottima località nella quale fare noleggio barche in Dalmazia. È a poca distanza da qui poi che si trovano le isole appartenenti all’arcipelago delle Zaratine, la più famosa delle quali è Dugi Otok, la cosiddetta “isola lunga”, e quelle più piccole che fanno parte invece dell’arcipelago delle Kornati.

Perfette mete turistiche per chi fa Noleggio Yacht in Dalmazia, le Kornati sono ben 89, tra isole maggiori e isolotti minuscoli, e compongono un arcipelago che è da sempre tutelato da un Parco Nazionale, selvaggio e ricco di grotte. Oltre il porto di Sibenik, cittadina per secoli politicamente controllata dalla Repubblica di Venezia e nella quale si ammira proprio uno stile architettonico tipicamente veneziano, nei palazzi nobiliari come nel gotico armonioso delle chiese, inizia invece la “zona” successiva, quella che racchiude la bassa costa della Dalmazia centrale. Qui svetta la fascinosa e antica città di Spalato, dotata di bellezze uniche come il Palazzo di Diocleziano o la Cattedrale, e le altrettanto attraenti isole di Brac, Hvar e Vis, classiche destinazioni per chi ama navigare partendo da un noleggio barche in Dalmazia. Qualche chilometro prima di Spalato, da non perdere però è anche la bella cittadina di Trogir: costruita quasi incastrata tra i monti del massiccio del Kozjak e nord est, il mare a est e la piccola e suggestiva mole dell’isoletta di Ciovo a sud ovest, grazie al suo affascinante e labirintico centro storico è iscritta all’elenco dei capolavori dell’umanità protetti dall’Unesco. Spettacolari sono soprattutto le mura che ne racchiudono la parte più vecchia e che si allungano su una minuscola isoletta collegata al continente grazie al ponte e alla rinascimentale Porta di Terraferma.

Destinazione amata dai diportisti e da chi fa Noleggio Yacht in Dalmazia, perché mite e soleggiata quasi tutto l’anno, l’isola di Hvar invece è la capitale croata della lavanda, che cresce sulle dolci colline calcaree che caratterizzano il panorama del suo entroterra. La terza e ultima zona di vacanza che si apre sulla frastagliata e labirintica costa croata è quella che racchiude il litorale dalmata meridionale, là dove si raggiungono la splendida città costiera di Dubrovnik e, ovviamente, un altro spettacolare gruppo di isole e isolotti. Tutelata dall’Unesco e racchiusa da alte mura, Dubrovnik fu la sede di un’antica repubblica marinara e ospita un centro storico bellissimo, completamente recuperato dopo le distruzioni causate dalla guerra nella ex Jugoslavia. Tra le isole invece le più famose sono quelli Korcula, Lastovo e Mljet: gran parte del territorio di quest’ultima è protetto da un Parco Nazionale, tanto che può essere davvero una destinazione adatta a una crociera fatta partendo da un noleggio barche in Dalmazia, È ad esempio su quell’isola che si scopre un piccolo paradiso fatto di boschi che scendono fino al mare e di spiagge solitarie. Una vacanza che si rispetti in Dalmazia infine non si può dimenticare della gastronomia locale. Sono numerosissime le ricette tipiche della ricca e eterogenea cucina locale e tra quelle più originali ma da provare c’è di certo la “sarma”: è una pietanza di origine turca che si trova soprattutto nei ristoranti delle città e dell’entroterra che si compone in involtini di foglie di cavolo ammorbidite in acqua e sale, al cui interno viene inserito un misto di carne macinata, cipolle e riso, che precedentemente è stato leggermente saltato in padella. La “buzara” è invece una specialità tipica della Dalmazia adriatica ed è una ricetta a base di scampi cotti nel sugo di pomodoro con spezie e cipolla.