Pianifica una vacanza
I nostri consulenti di viaggio sono a tua disposizione per organizzare la tua vacanza.
Noleggio barche Lampedusa - Sailogy

Noleggio barche Lampedusa

0 barche in quest'area

In quest'area non ci sono più barche disponibili! Clicca sulle destinazioni qui sotto per trovare la barca per te:

Organizzare le proprie vacanze in barca a vela a Lampedusa vuol dire entrare in un mondo marino unico e speciale come pochi ce ne sono lungo le coste italiane. Innanzitutto perché, come forse non tutti sanno, l’isola si trova in quel tratto di mare chiamato Canale di Sicilia che separa proprio la grande regione dalle coste dell’Africa, ma a ben 240 chilometri di distanza dalle stesse coste della Trinacria. Trascorrere inoltre le vacanze in barca a vela a Lampedusa, isola che insieme a Linosa e Lampione, quest’ultima paragonabile a un grande scoglio, ampio 1,2 chilometri quadrati, appartiene all’arcipelago delle Pelagie, permette di conoscere anche un territorio dalla storia tormentata. L’isola e le due “sorelle” furono infatti vendute per secoli da un sovrano siculo all’altro fino a che il borbone Ferdinando II non le acquistò definitivamente dalla famiglia Tomasi di Lampedusa, nel 1839. C’è poi da dire che fare il noleggio yacht a Lampedusa significa navigare in acque quasi “tropicali” che geograficamente sono molto più vicine alla Tunisia che all’Italia. Ciò certo non priva l’isola del suo carattere di italianità, nel modo di vivere, di mangiare e di pensare,
ma le dona dei panorami e delle acque non osservabili in nessun altro punto della Sicilia. Grazie a un giusto noleggio barche, Lampedusa allora si scopre dal mare ammirandone per prima cosa la natura non vulcanica ma totalmente calcarea e la forma stretta e allungata che ricorda un po’ quella della stessa Sicilia. Circumnavigandola poi si trova una costa molto frastagliata, lunga all’incirca 26 chilometri, e all’interno della quale si aprono diverse baie ben ridossate. La più ampia, racchiusa tra Punta Guitgia e Punta Mazzaferri è proprio quella del Porto.

Con un noleggio barche a Lampedusa, isola ampia appena 20 chilometri quadrati, i diportisti possono scoprire proprio dal mare una serie infinita di spiagge da urlo. Su tutte quella compresa nel tratto di mare prospiciente all’Isola dei Conigli: chiusa alla navigazione, ma raggiungibile via terra o a nuoto, è la parte più protetta della preziosa Riserva Marina che tutela non solo l’acqua cristallina e la bianca sabbia, ma anche le peculiarità naturalistiche, come la rarissima tartaruga Caretta Caretta. Ritornando al porto formato da tre cale naturali (quelle di Guitgia, Salina e Palma) a tratti banchinate, che è il luogo ideale per trovare il noleggio di una barca a vela a Lampedusa, ecco che compare alla vista anche il delizioso capoluogo isolano con le casette strette attorno al campanile. Ripartendo in navigazione invece, lungo la costa est dell’isola si incotra Cla Pisana, baia costituita da una profonda insenatura naturale e ben ridossata che è riconoscibile dal bunker posto sulla punta settentrionale. Approdi gemelli della costa meridionale sono invece Cala Madonna e Cala Croce: divise dal promontorio di Punta Pagaiareddu sono molto tranquille e vi si può dar fondo ovunque c’è posto. Con un noleggio barche a Lampedusa comunque si possono poi andare a scoprire anche le bellezze di terra dell’isola, andando ad esempio a passeggiare, una volta sbarcati, tra le viuzze del Porto Vecchio. Qui innanzitutto si scopre via Roma, cuore pulsante dell’isola e susseguirsi coloratissimo di negozi e ristoranti. Superando la prospiciente zona del piccolo aeroporto si raggiunge in fretta e sempre a piedi la bella Cala Creta. Vicino al Capo Ponente e alla vetta del Monte Albero Sole c’è invece il grande Faraglione della Vela. Per la cena e la movida si ritorna al porto dove si possono mangiare gustose grigliate di pesce fresco e cous cous nelle “grotte” del Ristorante Le Mille e Una Notte o ai tavolini della Trattoria del Porto, ma anche scatenarsi fino al mattino alla discoteca Akuna Matata. E grazie sempre a un noleggio barche a Lampedusa si scoprono anche le altre due isole Pelagie e in particolare Linosa che, piccola e fin troppo tranquilla per qualche turista amante della movida a tutti i costi, è praticamente vietata alle auto e quindi un vero e proprio paradiso per chi ama vivere il mare a 360 gradi. Prima di scoprirne le coste circumnavigandola palmo a palmo però, è bene anche attraversarne le strade dell’interno, magari arrivando fino alle basse, ma panoramiche, cime dei tre vulcani spenti di Monte Rosso, Monte Vulcano e Monte Nero. Sul ponte della propria barca invece il primo approdo da raggiungere è quello di Cala Pozzolana, unica spiaggia sabbiosa di Linosa e circondata da un vero anfiteatro di rocce color giallo zolfo e rosso ferro.

Grazie al noleggio barche a Lampedusa da non perdere è poi il bagno da fare tra le azzurre acque che circondano i Faraglioni di Linosa, posti a metà della costa orientale. E infine c’è la terza isola del gruppo, quella di Lampione: disabitata è lunga circa 700 metri e larga circa 180 metri, oltre che completamente circondato da calcaree coste a picco. Una banchinetta sulla quale si può sbarcare con piccole unità e con mare calmo si trova nei pressi della costa orientale. I fondali circostanti sono profondi dai 20 ai 40 metri e considerati un eden per i sub e lo snorkelling.