Pianifica una vacanza
I nostri consulenti di viaggio sono a tua disposizione per organizzare la tua vacanza.
Noleggio barche Turchia - Sailogy

Noleggio barche Turchia

339 barche in quest'area

Un viaggio ai confini dell’Europa e oltre: è questo che ha la possibilità di fare chi decide di prenotare delle vacanze in barca a vela in Turchia. Il grande Paese ottomano infatti è da sempre il ponte tra il Vecchio Continente e l’Asia, continente al quale appartengono gran parte del suo territorio e delle sue coste. Un mondo esotico ma vicino e ben raggiungibile: trovare l'ideale noleggio barche in Turchia è infatti molto facile e anche in media abbastanza economico. E se la parte più settentrionale della costa turca è quella che si affaccia sul chiuso Mar di Marmara e che ospita le vestigia della mitica città di Troia, a sud dello Stretto dei Dardanelli inizia il lunghissimo litorale egeo. Il cui primo tratto, noto come costa della Eolia, è anche la prima destinazione molto amata dagli italiani che sognano di fare le loro vacanze in barca a vela in Turchia. Siamo allora nel tratto di litorale turco che arriva fino alla grande città e porto di Izmir: ed è qui che si possono scoprire oltre trecento chilometri di costa, tortuosa e ricca di insenatura solitarie nelle quali gettare l’ancora per una giornata o più. Chi ha deciso per le sue vacanze di trovare un noleggio barche in Turchia navigando qui ha la possibilità di ammirare anche i litorali dei tre golfi di Edremit, Candarli e Izmir.

E sempre nella stessa zona, sul Mar Egeo si affacciano anche veri piccoli gioielli della natura come le isolette dell’Arcipelago di Ayvalik. A conferma poi che fare un noleggio barche in Turchia vuol dire fare continue scoperte mirabili, ecco che dopo la Eolia, subito a sud, si scopre un’altra bellissima regione ottomana: è la Ionia, chiamata così in onore di Ione, mitico figlio di Creusa e del dio Apollo. Dal punto di vista geografico si allunga tra la cittadina di Cesme e la parte meridionale dell’ampio golfo di Gulluk. Anche qui sono tante le cose da non perdere e le occasioni per trovare l'ideale noleggio barche in Turchia. Senza dimenticare che proprio nel primo entroterra della Ionia non mancano neppure le grandi aree archeologiche: le imperdibili per chi viene in crociera da queste parti sono di certo quelle della magnifica Efeso, di Priene e di Mileto. Le loro vestigia portano forte ai giorni nostri l’eco della storia ellenestica. In particolare magnifica è Efeso, città che nel corso della sua lunga storia, iniziata nel I millennio a.C. e terminata nel 1500, fu uno dei principali centri politici e commerciali dell’Anatolia. La visita alla sua moderna area archeologica parte da un sito speciale: è la cosiddetta Grotta dei Sette Dormienti, caverna che secondo la leggenda fece da sepolcro per alcuni martiri cristiani. Due interessanti monumenti Romani sono invece il ginnasio di Vedius, edificato nel 150 d.C., e lo stadio, eretto ai tempi di Nerone. Si imbocca poi la Via Arcadiana, una delle strade più famose di tutta l’antichità e che portava dall’imbarcadero al teatro. È questo uno degli edifici più scenografici della città di Efeso e venne eretto dai Romani nel I secolo d.C. Da qui, attraverso la monumentale Vicino c’è il poi tempio di Serapide, mentre non lontano si innalza la facciata della strepitosa e unica biblioteca di Celso. Ancora non avete trovato quello che fa al caso vostro e siete sempre alla ricerca del perfetto noleggio yacht in Turchia? Allora la affascinante e movimentata Bodrum, principale centro della regione ottomana della Caria è il posto che fa per voi. Si, perché navigare tra le tranquille acque del golfo di Gocova e del litorale di Alicarnasso (questo l’antico e famoso nome della modernissima Bodrum) vuol dire incontrare tantissime calette riparate e selvagge come quelle tra Cokertme e Sehir Adalari o come quelle che si affondano come fiordi nella costa affusolata della Caria, tra Sehir Adalari, Degirmen Buku e Yedi Adalari. Ma le possibilità per un ottimo noleggio una barca a vela, in Turchia non sono ancora finite: a sud della Caria, si entra nella regione della Licia, lungo quel magnifico litorale conosciuto col nome di Costa Turchese. Compreso tra le note e turistiche località di Marmaris e Antalya, segna anche la fine del litorale egeo e l’inizio di quello turco mediterraneo. Da Marmaris allora si può fare verso est e si raggiungono subito scenari spettacolari come quelli del golfo di Ekincik, sul quale si affaccia l’antica Caunos, o ancora come quello della fantastica e profonda insenatura del Fethiye Korfezi. Chiusa a sudest dall’omonima cittadina, è una baia selvaggia, nella quale si scoprono ancoraggi da favola. Poche altre miglia più a oriente invece ecco comparire davanti agli occhi la fenomenale laguna di Olu Deniz, dalle acque turchesi. Profondamente intagliata nella costa a nord di Kalkan ha una particolarità: la barca si ormeggia all’esterno e si entra “a piedi”.

Infine, da non dimenticare che, grazie a un noleggio barche, in Turchia si può andare a fare conoscenza con la ricca gastronomia turca: è una cucina che deve la sua grande varietà al fatto che nasce dall’incontro della cucina asiatica con quella dell’Europa meridionale. Profumata e ricca di spezie, offre specialità dove i sapori di carne e pesce convivono con freschissima verdura. Il condimento principale è l’olio d’oliva, ma sono usate tanto anche le spezie, ingrediente principe della gastronomia di derivazione più orientale. Ci si basa sempre su ingredienti freschi: carni e pesci cotti su braci di legni aromatici sono i principi della tavola turca, mentre i dolci sono realizzati con miele, mandorle, uova e latte. Tra i piatti forti famoso è l’hungar begendi (il cui nome si traduce con la frase “sua maestà ha molto gradito”), un superbo stufato a base di agnello con cipolle, pomodori e purea di melanzane. E come questo ogni buon piatto si apprezza dicendo “elinize saglik”, frase che letteralmente significa “Dio benedica le vostre mani” (che lo hanno preparato...).