Itinerario in Barca di 7 Giorni nel Dodecaneso

Itinerario in Barca di 7 Giorni nel Dodecaneso

Navigare lungo le coste dell'Egeo più affascinanti, da Rodi a Kos

Non è senza motivo che il Dodecaneso è una delle zone di navigazione più popolari al mondo. L'abbondanza di vento, la natura mozzafiato e i prezzi relativamente bassi attirano sempre più appassionati di sport acquatici nel Mar Mediterraneo - incastonato tra la Grecia e la Turchia. 

Le isole dell'Egeo sono raggruppate in sette principalmente. In questo itinerario, ci concentreremo sulla parte orientale dell'Egeo, il Dodecaneso. 

Un itinerario a vela di 7 giorni nel Dodecaneso: Che il viaggio abbia inizio

Lasciate che il viaggio inizi da uno dei luoghi greci più famosi del Mediterraneo, da dove potrete salpare e prepararvi per i prossimi sette giorni di acque cristalline, spiagge di sabbia infinite, siti storici e pittoreschi paradisi naturali. Stiamo parlando, naturalmente, di Rodi.

La Marina di Rodi si trova a sud-est del porto della città sulla costa orientale e dista solo 14 chilometri dall'aeroporto internazionale. Dopo una lunga ricostruzione e rifacimento, offre ora 563 posti barca. È facile sia entrare che uscire dal porto. Una piccola nota: attenzione alla barra di sabbia nel porto. Quando ci si avvicina sulla via del ritorno o di notte, l'ingresso del porto è ben illuminato su entrambi i lati. 

Dopo aver fatto il check-in con il vostro charter al vostro arrivo, dovreste prendervi il tempo per passeggiare un po' in questa città patrimonio culturale dell'umanità dell'UNESCO.  

Sicuramente vorrai esplorare le baie di acqua azzurra mentre navighi lungo l'isola. Rodi offre anche un vero e proprio splendore di bellezze naturali. Per esempio, potrete esplorare la Valle delle Farfalle con le sue farfalle più colorate e i fiori di ibisco o, per quelli di voi interessati alla storia, visitare la Fortezza di San Giovanni a Monolithos. 

Vista dalle rovine di una chiesa nel castello di Monolithos, isola di Rodi, Grecia

Vista dalle rovine di una chiesa nel castello di Monolithos, isola di Rodi, Grecia
 

Naturalmente, alla fine del nostro tour di sette giorni, c'è ancora la possibilità di visitare alcuni dei numerosi punti salienti dell'isola che vale la pena vedere, poiché sarà difficile rendere giustizia all'isola con tutte le sue diverse sfaccettature in poco tempo. 

L'isola di Symi vi aspetta

Tira su l'ancora e salpiamo verso la destinazione sconosciuta di Ano Symi, o Symi in breve, un'isola situata all'estremità del Mar Egeo. Il percorso di oggi copre 25 SM, compresa una piccola sosta nella bella baia di Nanou. 

Questa baia è perfetta per ancorare e rinfrescarsi dopo aver goduto le prime ore della vostra vacanza con un delizioso pranzo sulla barca. 

Dopo aver goduto a sufficienza di Nanou, si prosegue verso il porto di Symi, dove si può ormeggiare per la notte. Tipicamente per la zona, sarete ormeggiati fuori dalle ancore di prua sui lati nord e sud del bacino. A causa delle fluttuazioni della profondità dell'acqua, il profondimetro non dovrebbe essere lasciato incustodito. Può arrivare rapidamente a 40 metri di profondità. Assicuratevi quindi di avere abbastanza catena pronta! Quando si entra nella marina, l'equipaggio del porto assegna il vostro ormeggio e le tasse di ormeggio. Potrete pagare l'acqua e l'elettricità allo stesso tempo. 

L'isola è ricca di pini e querce con un'architettura neoclassica unica; è un gioiello unico nel Mediterraneo. Il villaggio portuale di Gialos a Symi era una volta famoso per le immersioni con le spugne (troverete molti dei negozi di souvenir che vendono spugne naturali). Il villaggio merita una passeggiata, soprattutto con i suoi vicoli tortuosi, che potrebbe finire in una delle innumerevoli piccole taverne al porto con un bicchiere di vino e deliziose specialità greche prima di dirigersi a Mandraki sull'isola di Nisyros il giorno seguente. 

Mandraki sull'isola di Nisyros

Oggi navighiamo un po' più a lungo a 39 SM, ma scoprirai presto che la tua destinazione ne vale la pena. 

Lo straordinario scenario del porto di Mandraki su Nisiros ha stupito molti visitatori. A pochi SM di distanza da Kos, l'isola è ancora una vera punta di insider. Il porticciolo ti accoglie con tre bei vecchi mulini a vento. Una volta lì, puoi ormeggiare nella parte settentrionale o occidentale del molo. Consigliamo di evitare la parte sud, perché diventa rapidamente poco profonda e l'ormeggio può essere difficile a causa dei riempimenti. 

Sul frangente lungo del porto di Mandraki, a Rodi, in Grecia, si trovano questi mulini a vento medievali
Sul frangiflutti del porto di Mandraki, a Rodi, in Grecia, si trovano questi mulini a vento medievali. La fortezza e il faro di Agios Nikolaos (San Nicola) sono sullo sfondo.

Mandraki si trova ai piedi di un vulcano. In quello che sembra un bel contrasto pittoresco, le piccole case bianche sembreranno brillare ancora di più contro la roccia vulcanica scura. Consigliamo di affittare uno scooter e fare una gita a Emborio. Il piccolo villaggio si trova direttamente sul bordo del cratere e offre una fantastica vista sul mare, sull'isola e sul vulcano. 

Se fate il viaggio a Emborio, vi consigliamo la Taverna a Balconi a Emporeiou, che offre deliziosi piatti locali proprio sul bordo del cratere con una vista incredibile. 

Se preferite cenare al porto vicino allo yacht, possiamo raccomandare l'Aphrodite Grill & Seafood Restaurant, proprio sull'acqua. Qui, non solo il delizioso cibo greco è convincente, ma anche il servizio amichevole. 

L'isola di Ippocrate: Benvenuti a Kos

Il quarto giorno si parte per Kos. L'isola più famosa del Dodecaneso è a soli 22 km da Nisiros. Mentre Ippocrate insegnava all'università di Kos, l'isola è oggi una destinazione turistica popolare. 

Si arriva al secondo miglior porto d'Europa, ufficialmente scelto, che offre 250 ormeggi con linee di ormeggio, rifornimento d'acqua, elettricità, stazione di servizio e sorveglianza 24 ore su 24, oltre a molti extra nella reception come bancomat, bollettino meteo e internet. Ci sono molte attrazioni storiche da vedere a Kos, come il platano di Ippocrate, che secondo la leggenda, fu piantato da Ippocrate stesso più di 2400 anni fa. O l'antica Agora, il più antico sito di scavi a Kos.

Il villaggio di montagna di Zia è una delizia speciale a breve distanza a piedi. Una breve salita vi porterà alla chiesa di "Kimissis tis Theotokou", da dove potrete concedervi una magnifica vista sulla costa nord. A metà strada, troverete un raccomandabile bar colorato dove potrete fermarvi per un delizioso caffè. Sfortunatamente, Zia non è più un consiglio da insider, e molti turisti arrivano al piccolo villaggio ogni giorno. Pertanto, si consiglia una visita la mattina presto o la sera tardi. 

Villaggio di Zia, Kos

Se siete alla ricerca di una delizia per la fauna selvatica, dovreste controllare i grandi stormi di fenicotteri rosa al lago salato Alikes vicino a Tigaki. Il momento giusto per farlo è al tramonto, quando gli uccelli volano verso sera. 

Il momento giusto anche per gustare un pesce appena pescato o calamari con delizioso ouzo in una delle taverne al porto...

Livadia sull'isola di Tilos

Il piccolo villaggio di Livadia si trova sull'isola di Tilos, a circa 34 km da Kos. Il villaggio di 300 abitanti è caratterizzato dalle sue numerose chiese, con molte case bianche e color pastello. 

Quando vi ormeggiate nel porto, noterete subito le molte piccole barche da pesca nel porto. Su un lato della baia, troverete il porto medievale di Agios Stefanos con il suo caratteristico faro; dall'altro lato, dietro il villaggio, vedrete una valle verde e fertile. La spiaggia più vicina, particolarmente invitante per lo snorkeling in quanto di ciottoli, è proprio accanto al porto.

Se cercate altre spiagge, potete camminare lungo la costa fino all'ultima formazione di roccia nera più estesa. Dietro c'è una collezione di piccoli laghi con acqua verde, un modo ideale per rinfrescarsi dalla passeggiata sotto il sole caldo con un tuffo nell'acqua fresca. La natura dell'isola assomiglia a quella di Creta, con oliveti, rocce di lava rossa e nera dalle forme bizzarre e montagne di calcare. L'isola offre anche una meravigliosa selezione di piccole taverne e caffè, tutti situati vicino al porto. Se vi piacciono i frutti di mare, il ristorante Filoxenia è il posto giusto. 

Un punto di ancoraggio tranquillo: Isola di Halki

Abbiamo poco meno di 19 miglia nautiche da percorrere prima di raggiungere l'isola di Halki nel nostro penultimo giorno in mare. L'isola di Halki è il perfetto ancoraggio tranquillo: risparmiata dalle orde di turisti, è un luogo di riposo tranquillo durante la tua crociera in barca a vela nel Dodecaneso.  Solo circa 350 persone vivono sull'isola di 28 km² e ci ricorda un po' la Grecia di 30 anni fa. L'isola pittoresca è ideale per le escursioni, e la gente del posto è felice di fornire informazioni su possibili destinazioni, come la spiaggia di ciottoli di Ftenagia. A soli 20 minuti a piedi dalla città portuale di Halki. Il piccolo lungomare con alcuni ristoranti locali vi invita a soffermarvi per godervi l'ultima serata. Un ristorante raccomandato qui è il ristorante Minori, che serve cibo tradizionale fatto in casa.

Villaggio di Halki Villaggio di Halki 
 

L'ultimo giorno, si torna a Rodi con 38 SM. Anche dopo il check-out, vi consigliamo di concedervi qualche giorno in più a Rodi (se non l'avete fatto prima di salpare) e meravigliarvi del mix di cultura e intrattenimento moderno, storia mozzafiato, cucina locale e natura meravigliosa.

Per esempio, date un'occhiata all'Acropoli, il punto di riferimento di Lindos, vecchio di 3.000 anni, che sovrasta la città di 116 metri. In alternativa, per qualcosa di meno storico, visitate il villaggio vinicolo di Embonas, il centro della viticoltura di Rodi, dove potrete godere di una degustazione di vini in molte delle cantine locali. Siamo sicuri che le isole del Dodecaneso rimarranno nella vostra memoria come una vacanza indimenticabile non solo sull'acqua ma anche sulla terraferma.