Sorseggiando il famoso gin delle Isole Vergini Britanniche

Sorseggiando il famoso gin delle Isole Vergini Britanniche

Navigando lungo le BVI, non potrete perdervi un sorso del famoso gin delle BVI in una distilleria davvero speciale

I Caraibi sono stati sinonimo di rum fin dall'inizio dei tempi, con ogni isola che produceva il proprio. Eppure sembra che i Caraibi abbiano ora un nuovo flirt. Mentre il rum sta certamente dominando la scena quando si tratta di bevande caraibiche, una nuova ondata di distillerie locali sta sperimentando nuovi sapori con diversi microbirrifici di gin che stanno nascendo nelle diverse isole. 

La ritrovata passione per il superalcolico profumato al ginepro riflette una tendenza globale. Si prevede che il valore del mercato globale del gin raddoppierà tra il 2020 e il 2028 e che l'Europa sarà uno dei maggiori consumatori, rappresentando solo più del 50% della quota di mercato globale del gin nel 2020.

Il classico London Dry Gin ha dominato il mondo del gin da sempre. Il gin caraibico è proprio come il suo più vecchio parente britannico ma, la maggior parte di coloro che l'hanno provato sostengono, è più liscio e sottile. Ideale se avete voglia di un gusto più leggero e fresco con un pizzico di brezza tropicale. 

Oggi diamo uno sguardo più da vicino al gin delle Isole Vergini Britanniche, BVI GIN, che ha certamente scosso la scena degli alcolici.

La distilleria è stata sviluppata da una forza diversa dalle tendenze. È stata piuttosto un'opportunità per riprendersi dall'uragano Irma. BVI GIN è stato lanciato dalla Little Bay Distilling Company con sede vicino a Little Bay, Tortola nelle Isole Vergini Britanniche nel settembre 2018 da Matthew Neal, che aveva lavorato come avvocato a Tortola per tre anni quando l'uragano Irma ha colpito nel settembre 2017. 

"A seguito di Irma, c'erano molte notizie di devastazione provenienti dalle BVI", dice Matthew. "Volevamo diffondere messaggi più positivi sul territorio - messaggi di resilienza, messaggi che le BVI erano aperte al business. Stavamo lavorando all'idea da un po', ma ci sembrava il momento perfetto per fondare la Little Bay Distilling Company". 

Vista aerea di Tortola

Inoltre, la popolarità del gin in Europa stava salendo alle stelle e quasi tutto il gin venduto nei Caraibi era importato. Matthew vide l'opportunità di portare la produzione di gin in una parte del mondo storicamente "ben animata". 

"Volevamo diffondere messaggi più positivi sul territorio - messaggi di resilienza, messaggi che le BVI erano aperte agli affari. Stavamo lavorando all'idea da un po', ma ci sembrava il momento perfetto per fondare la Little Bay Distilling Company".

Composte da più di 60 isole idilliache, isolotti e baie, e note per le loro spiagge bianche e polverose, le acque cristalline, le colline verdeggianti e la gente calda e amichevole, le BVI sono lo scenario perfetto per questa distilleria.


BVI GIN è distillato con botaniche accuratamente selezionate usando il metodo tradizionale "London Dry" in un alambicco a colonna di rame su misura.  Ogni piccolo lotto produce solo 60 bottiglie. Il branding mira a rendere omaggio al patrimonio velico delle Isole Vergini Britanniche con una mappa disegnata a mano delle Isole Vergini Britanniche visibile attraverso il retro di ogni bottiglia.

"Uno dei nostri obiettivi, da quando abbiamo lanciato BVI GIN, è quello di promuovere le Isole Vergini Britanniche attraverso il marchio.  Crediamo che il nostro prodotto che viene presentato a livello internazionale possa essere solo una cosa positiva per migliorare la consapevolezza delle BVI come destinazione turistica". 

Spinti dalla persistenza e dalla convinzione, Matthew e il suo team hanno imparato a superare gli ostacoli logistici della creazione di una distilleria su una piccola isola caraibica, compreso il reperimento di attrezzature, ingredienti di base, bottiglie ed etichette, e l'ottenimento di licenze e ispezioni sanitarie. 

BVI Gin

Anche trovare il profumo e i sapori giusti per il gin finale ha fatto parte del viaggio: assicurarsi di ottenere il giusto equilibrio di ingredienti tra quelli del tradizionale London Dry Gin ma quell'identità caraibica in più (il che ha comportato la realizzazione di centinaia di lotti di prova e una serie di degustazioni molto gradite). C'è voluto un anno per arrivarci e il risultato è un London Dry Gin tradizionale con bei sapori di ginepro e agrumi di pompelmo e limone, bilanciati con note floreali prese dal fiore di ibisco dei Caraibi. Anche la corteccia di cassia e la radice di liquirizia sono presenti, con il risultato di un gin che è leggero e rinfrescante, e si abbina perfettamente con tonica o Ting, e un tocco di pompelmo. C'è anche un BVI Pink Gin infuso con lampone.

BVI GIN ha già vinto il bronzo all'International Wine & Spirit Competition, e il Best in the Americas da The Gin Guide. "Abbiamo avuto una reazione molto positiva finora", dice Matthew. "Le persone che di solito non bevono gin hanno apprezzato il prodotto. Crediamo che stiamo mettendo il gin sulla mappa nelle BVI e, una volta che cominceremo a esportare nei più ampi Caraibi, speriamo di aumentare la consapevolezza di una nuova immagine delle BVI
nella regione".

Se sei interessato a saperne di più su BVI GIN, controlla il loro sito web su bvigin.com o seguili @bvigin su Instagram.   

State pensando di veleggiare nelle BVI? 

Se hai voglia di assaggiare un po' di gin e di esplorare le bellissime Isole Vergini Britanniche dalla prospettiva unica di una barca o di un catamarano, perché non dare un'occhiata alle opzioni di noleggio barche Sailogy nelle BVI per te. Buon vento! 


Questo contenuto è stato scritto in collaborazione con il British Virgin Islands Tourism Board: www.facebook.com/BVITB & www.instagram.com/BVItourismus

Magister Navis Sailogy Magazine