Pianifica una vacanza
I nostri consulenti di viaggio sono a tua disposizione per organizzare la tua vacanza.
Noleggio barche Porto Ercole - Sailogy

Noleggio barche Porto Ercole

1 barca in quest'area

Scopri le migliori mete per il tuo viaggio a Porto Ercole

Imponente promontorio affacciato sul Mar Tirreno toscano, il cui punto più alto raggiunge i 635 metri, l’Argentario è contornato da falesie impervie e rocciose, qua e la interrotte però da deliziose calette.Vi si trovano però anche sue borghi affascinanti: e proprio grazie al noleggio di una barca a vela a Porto Ercole o a Porto Santo Stefano può iniziare l’esplorazione via mare di quella che morfologicamente è come “un’isola” ancorata alla costa maremmana attraverso i “tomboli” della Feniglia e della Giannella, ovvero i particolari istmi sabbiosi naturali che chiudono a nord e a sud la laguna di Orbetello. Chi insomma vuole organizzare delle sorprendenti vacanze in barca a vela a Porto Ercole in particolare trova il punto di partenza perfetto verso le bellezze anche incontaminate e naturalistiche dell’Argentario, sulle cui rive ad esempio nasce spontanea la particolare palma nana. È questa la principale specie botanica endemica, ma tutto il promontorio toscano è poi ricoperto da una fitta e odorosa macchia mediterranea, interrotta non troppo frequentemente da terrazzamenti coltivati con ulivi o vitigni della tipologia Ansonico o Riminese. Storicamente appartenente all’orbita senese, tanto è vero che proprio gli ingegneri rinascimentali della Repubblica di Siena dotarono l’Argentario di una fitta rete di torri di avvistamento, il promontorio è quindi anche un luogo di notevole interesse storico: organizzando le vacanze in barca a vela a Porto Ercole ad esempio si può ammirare anche dal mare la baia dell’incantevole borgo che è ancora oggi dominata dalla mole poderosa della Fortezza cinquecentesca realizzata durante il periodo di dominazione spagnola. Oggi è la sede di un pittoresco Museo Archeologico che raccoglie i reperti trovati nei fondali che circondano proprio l’Argentario. Bello sopra, è infatti bellissimo anche sotto il mare, questo promontorio. Proprio per questo, uno degli sport più praticato è quello del diving. Grazie al noleggio di uno yacht a Porto Ercole allora ci si inoltre in un mare dove numerosi sono gli spot per le immersioni: tra quelle adatte anche ai sub meno esperti, c’è quella da fare a Punta Finestra. Qui infatti, già a 10-15 metri di profondità si possono vedere coralli, gorgonie, margherite di mare, polpi, stelle marine, aragoste e pesci luna. Molta della bellezza straripante del Monte Argentario è dovuta al fatto che si tratta di un territorio roccioso di natura calcarea, caratterizzato da falesie e scogliere a picco sul mare. Lungo il suo affascinante periplo, che si percorre via mare facilmente partendo da un noleggio barche a Porto Ercole, sono tante sono le calette e le baie, alcune raggiungibili proprio solo dal ponte di uno yacht, che ne punteggiano la linea costiera. Alle spalle, si scopre poi la fantastica e lunare atmosfera della laguna di Orbetello davanti alla quale si aprono le dorate e ben curate spiagge della Feniglia e della Giannella. Più a sud ancora ecco ancora il litorale di Capalbio, antico borgo medievale posto nell’entroterra maremmano, caratterizzato da una distesa di sabbia selvaggia e libera da ogni insediamento, oltre che protetta della Riserva Naturale del Lago di Burano. Grazie sempre a un noleggio barche a Porto Ercole si può fare rotta tutto verso nord per andare a scoprire l’arcuato Golfo di Follonica, territorio che ospita un altro tratto costiero dal fascino inimitabile, quello della Maremma. Sono ben 160 i chilometri di costa maremmana, lungo i quali si alternano tratti di costa alta e spigolosa, piccole insenature isolate e più lunghi tratti di costa sabbiosa, protetta da ampie e rigogliose pinete. Proprio nell’ampia baia che circonda la bianca cittadina di Follonica si trovano affascinanti arenili come quelli di Cala Martina e Cala Violina che fanno il paio con le attrezzate spiagge di Castiglione della Pescaia e Marina di Grosseto. Altre dieci miglia di navigazione verso sud portano a scoprire prima la deliziosa spiaggia che fronteggia il borgo di Talamone. Partendo da un noleggio barche a Porto Ercole ancora è facilissimo raggiungere tutte le isole dell’Arcipelago Toscano: la navigazione attraverso il Tirreno non è troppo difficoltosa poiché le stesse isole sono piuttosto ben riparate dai venti da est e da ovest. Quattro di queste terre - Capraia, Elba, Giglio e Giannutri - sono sempre visitabili da tutti i diportisti con le loro imbarcazioni, mentre le altre tre, (Gorgona, Pianosa, Montecristo), sono invece per vari motivi interdette alla navigazione, anche se visitabili. Grazie quindi a un noleggio barche a Porto Ercole si raggiunge innanzitutto l’Isola del Giglio: chiamata così perchè in primavera si trasforma in un’oasi verde ricoperta proprio dai bianchi fiori, è un comune della provincia di Grosseto che comprende anche la più piccola isola di Giannutri, situata 11 miglia in direzione sudest. Montuosa - l’altezza massima è raggiunta dai 498 metri del Poggio della Pagana - è la seconda per estensione dell’Arcipelago, grazie alle 15 miglia di linea costiera e alla superficie di 21,2 chilometri quadrati. Separata dal tratto di costa toscana dove svetta l’Argentario da 8 miglia di mare (con un noleggio barche da Porto Ercole si arriva qui in “fretta”), ospita sul suo territorio tre borghi: Giglio Porto, Giglio Castello e Giglio Campese. I primi due hanno origini medievali, mentre Campese, un tempo sede solo di capanne di pescatori, da pochi anni è stato trasformato in centro turistico, grazie anche alla presenza, proprio ai margini del villaggio, di una splendida spiaggia. Alle spalle dell’approdo di Giglio Porto svetta una torre, chiamata Saracena eretta dai Medici a fine Cinquecento. Dalla caletta sotto la torre si possono scorgere i resti di una grande villa Romana. Con una bella passeggiata, da qui si raggiunge Giglio Castello, borgo posto nella parte centrale, più alta, dell’isola. Il suo abitato medievale è caratterizzato dall’imponente Rocca Aldobrandesca.