Pianifica una vacanza
I nostri consulenti di viaggio sono a tua disposizione per organizzare la tua vacanza.
Noleggio barche Venezia - Sailogy

Noleggio barche Venezia

1 barca in quest'area

Scopri le migliori mete per il tuo viaggio a Venezia

Forse non tutti gli amanti del mare lo sanno ma è possibile raggiungere, per le proprie vacanze in barca a vela, Venezia, la mitica Serenissima, una delle città più uniche e inimitabili al mondo proprio per il fatto di essere costruita a così stretto contatto con le onde dell’Adriatico. Grazie allora al noleggio di una barca a vela a Venezia si può navigare un po’ dove si vuole, sia nella grande Laguna che circonda la città e che è ricca di ambienti naturali splendidi, sia nel centro vero del capoluogo, al quale via mare si accede provenendo dal Lido oppure da Malamocco, attraverso il canale Rocchetta. Insomma, dopo aver provveduto al noleggio di uno yacht a Venezia, si fa rotta attraverso tutto il cuore storico della città, che infatti è raggiungibile con imbarcazioni da diporto anche di grandi dimensioni. Certo, visto la particolarità della Serenissima, bisogna tenere bene presente che sia nel Canal Grande che in tutti quelli minori ci sono particolari e severe norme che regolano il traffico turistico: ad esempio la circolazione è consentita dopo le ore 12, inoltre c’è un limite tassativo di velocità pari a 8 km/h e ancora devono essere rispettati i sensi unici e i divieti di transito. Ciò nonostante, fare delle vacanze in barca a vela a Venezia permette di scoprirne lo storico centro da una prospettiva inusuale: come allora forse non tutti i marinai che bramano visitarla sanno, ad esempio, la forma dell’abitato principale della città, visto dall’alto, ricorda moltissimo quella di un pesce, con la coda rivolta verso est. Grazie quindi a un noleggio barche a Venezia si può arrivare via mare innanzitutto proprio qui, in quella che è anche la zona considerata il centro della città, quello che è tradizionalmente diviso nei sei sestieri di Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, San Marco, Cannaregio e Castello. Sviluppata su 118 isolette di varie dimensioni, che sono collegate tra loro da 354 ponti che attraversano 177 tra rii e canali, la Serenissima poi ha il suo cuore nella monumentale piazza San Marco, unico spazio cittadino tanto ampio da meritarsi il nome di piazza. Gli altro sono chiamati infatti “campi”. Tra i tanti canali cittadini che si possono percorrere dopo un noleggio barche a Venezia poi i principali sono il Canal Grande e il Canale della Giudecca: il primo taglia in due la città tracciando una “S”, il secondo è posto a sud e separa il centro storico propriamente detto dall’Isola della Giudecca. Così Venezia è da sempre una città “d’acqua”, anche se l’acqua stessa le ha sempre dato preoccupazioni. Ma ancora oggi è il mare a passare sotto a uno dei simboli della città rendendolo unico: è il il Ponte di Rialto che, eretto nel 1591, rimase per tre secoli l’unico modo di attraversare il Canal Grande a piedi. L’altro simbolo della serenissima è naturalmente la Basilica di San Marco: l’edificio, che appare al centro della piazza omonima, è rivestito da mosaici che raccontano la lunga storia cittadina. Proprio a fianco di essa sorge anche il bellissimo Palazzo Ducale: a unirli è la Porta della Carta, meravigliosa opera di Bartolomeo Bon. Costruito nel XV secolo con marmi d’Istria, il Palazzo fu la storica sede del governo della Repubblica di Venezia. Grazie a un noleggio barche a Venezia poi si va alla scoperta di un’altra anima, marittima, della città, l’Arsenale: è l’area che comprende una parte molto estesa della città e che fu il cuore dell’industria navale veneziana a partire dal XII secolo. È legato ad esso il periodo più florido della Serenissima: grazie alle imponenti navi qui costruite, Venezia riuscì a contrastare i Turchi nel Mar Egeo e a conquistare i commerci di tutta Europa. Raggiungere perciò facilmente quella che è da sempre una città “d’acqua”, è possibile attraverso un noleggio barche: a Venezia chi arriva da fuori della Laguna deve però sapere a questo punto che tutti gli accessi alla grande area umida che circonda la città sono denominati porti sulle carte, ma oltre ogni accesso non si trova una struttura portuale con servizi, bensì una serie di canali che portano a diversi insediamenti portuali. Nella stessa Laguna poi si aprono diversi canali segnalati da briccole, alcune di queste numerate e illuminate. Chi a fatto esternamente un noleggio barche, a Venezia può trovare comunque dei marina privati: come ad esempio quello di Venezia Sant’Elena, che è uno dei principali approdi e che si trova sull’isola omonima: è sempre molto trafficato e soprattutto fuori stagione offre ormeggi temporanei ai diportisti. C’è poi quello di Venezia San Giorgio che si raggiunge invece dal Canale di San Marco ed è anch’esso gestito da una società privata che offre buone possibilità di ormeggio in ogni stagione. Grazie ancora allora al noleggio barche a Venezia si può raggiungere anche un punto balneare oltre che turistico della Serenissima. È il Lido, sul cui versante esterno si trova una spiaggia attrezzata per l'estate. E da qui ancora andare fuori dal centro storico della Serenissima per trovare quelle che sono le altre bellezze marine da scoprire: come ad esempio le tre famose isole di Murano, Burano e Torcello, tutte e tre comunque posizionate sempre all'interno della grande laguna veneziana. Vi si ammirano le botteghe storiche per la produzione di vetro e cristalli di finissima qualità, a Murano, oppure i minuscoli borghi di pescatori, nelle altre due, dall'atmosfera incantevole che riporta indietro nel tempo.