Itinerario di 7 Giorni in Costa Smeralda

Itinerario di 7 Giorni in Costa Smeralda

Scopri i luoghi e le spiagge più belle della Sardegna del Nord in barca

La Sardegna è senza dubbio il luogo che offre alcuni tra gli scenari più belli di tutta Europa: la fama delle sue spiagge paradisiache la precedono e la rendono paragonabile a realtà presenti solo in remoti angoli della Terra. Ichnusa, così chiamata nell'antica Grecia, si classifica come la seconda isola più grande del Mediterraneo, dopo la Sicilia. La sua costa vanta circa 200 km di spiagge, scogliere, cale nascoste e insenature che la rendono particolarmente adatta alle vacanze in barca

Ma la Sardegna non è solo mare: villaggi, architettura, parchi naturali e sentieri la rendono unica sotto ogni aspetto. Qui puoi immergerti appieno nella cultura dell'isola e lasciarti trasportare dalla cordialità degli abitanti, assaggiare cibi e vini tipici della tradizione sarda, esplorare le zone più remote della costa e tuffarti nelle magnifiche acque cristalline.

C'è così tanto da esplorare che non ti basterebbe un'eternità, ma siamo sicuri che una singola settimana possa bastare per farti innamorare perdutamente delle meraviglie di questa isola. 

Abbiamo selezionato queste sette location per darti un assaggio di ciò che la Costa Smeralda ha da offrire. 

Itinerario di 7 Giorni in Costa Smeralda

Giorno 1 - L'incantevole Portisco 

Giorno 2 - Caprera, paesaggio polinesiano 

Giorno 3 - Palau e la potenza del vento

Giorno 4 - Spargi, incontaminata e selvaggia 

Giorno 5 - Un salto nel passato a Bonifacio

Giorno 6 - Le tradizioni di Santa Teresa di Gallura

Giorno 7 - La bella vita di Porto Cervo

Giorno 1 - L'incantevole Portisco

Marina di Portisco

Marina di Portisco

Portisco è una piccola città a breve distanza dalla famosa Porto Rotondo. Si tratta di una delle aree più visitate della Costa Smeralda data la sua prossimità con alcune delle spiagge più belle della costa. Fermarsi qui è d'obbligo! 

La città è famosa per la sua incantevole bellezza e la sua identità culturale. La vastità di hotel e ristoranti nelle vicinanze, così come la pittoresca marina, la rendono una meta perfetta per deliziarsi delle bellezze della Sardegna. A Nord della città si può ammirare il piccolo isolotto di Portisco, che preserva ancora la sua natura selvaggia ed è collegato alla costa da una sottile striscia di sabbia fine e alcuni scogli di granito rosa: uno spettacolo davvero magnifico. 

Le migliori spiagge da visitare:

- Spiaggia di Portisco: situata a breve distanza dalla città, perfetta per ormeggiare e visitare la zona. 

- Spiaggia Rena Bianca: non lontana dalla precedente, di fine sabbia bianca. 

- Isolotto di Portisco: naviga intorno all'isola per goderti le sue calette nascoste e ammirare la conformazione granitica.  

.

Giorno 2 - Caprera, paesaggio polinesiano 

Cala Coticcio - La Tahiti Sarda

Cala Coticcio - La Tahiti Sarda

Caprera è la seconda isola più grande dell'Arcipelago della Maddalena, nonché uno dei luoghi più visitati della Costa Smeralda per i suoi scenari polinesiani. L'isola è rimasta pressoché incontaminata dall'uomo, contando solo un totale di 150 abitanti, e presenta una fitta vegetazione rigogliosa. 

Le numerose spiagge paradisiache e la prossimità con altre isole principali della Costa Smeralda, rendono Caprera una meta perfetta per le escursioni in barca, con paesaggi mozzafiato e acque cristalline.

Le migliori spiagge da visitare:

- Cala Coticcio: conosciuta anche come "la Tahiti della Sardegna", indubbiamente una delle cale più suggestive dell'intero Arcipelago.

- Spiaggia del Relitto: chiamata così per il relitto di una nave risalente agli anni 20 che giace sul fondale. 

- Spiaggia dei Due Mari: i colori delle acque di questa cala vanno dal turchese brillante al blu profondo e la rendono un vero spettacolo per gli occhi. Perfetta per chi ama lo snorkeling. 

.

Giorno 3 - Palau e la potenza del vento

Vista da Roccia Dell'Orso

Vista da Roccia Dell'Orso

La città di Palau si stanzia di fronte all'Arcipelago della Maddalena e si anima in particolar modo durante l'estate, quando vita notturna, divertimento e attività la fanno da padroni. La zona è ricca di un'impressionante architettura naturale plasmata nei secoli dall'erosione dei forti venti tipici di queste zone, ed è circondata da colline e dune dalle quali è possibile ammirare paesaggi incantevoli. Ti suggeriamo di percorrere il sentiero che porta al Belvedere Baragge per ammirare l'intero Arcipelago della Maddalena in tutto il suo splendore. 

Cosa vedere:

- Roccia dell'Orso: la famosa roccia a forma di orso erosa dal vento nel corso dei secoli, diventata il simbolo della città.

- Le tombe dei giganti Li Mizzani: un sito archeologico immerso nella natura e testimonianza dell'architettura funebre d'età nuragica. 

- Porto Rafael: ora noto per i suoi eventi mondani e la bella vita, è un piccolo paesino di case bianchissime in stile mediterraneo, fondato negli anni 60 dal conte spagnolo Rafael Neville.  

Giorno 4 - Spargi, incontaminata e selvaggia

Paradiso incontaminato e bellezza selvaggia: questi sono gli attributi che più si addicono a descrivere Spargi, la terza isola più grande dell'Arcipelago della Maddalena. Caratterizzata da vertiginose scogliere di roccia granitica e da calette con sabbia bianca finissima, fu base militare durante la prima e la seconda Guerra Mondiale: ancora oggi, è possibile visitare il piccolo forte che si innalza in mezzo alla natura. 

Spargi è una meta molto ambita dai subacquei di ogni livello per le sue bellezze marine. Le isole limitrofe di Spargiotto e Spargiottello sono location da non perdere per delle immersioni indimenticabili! 

Le migliori spiagge da visitare: 

- Cala Corsara: goditi un momento di assoluto relax tra la sabbia bianca e il mare cristallino. Se ami fare immersioni, esplora il relitto di origini romane che si trova nelle vicinanze. 

- Cala Connari: conosciuta anche come cala dell'amore. Impossibile non innamorarsi! 

- Cala d'Alga: una piccola cava circondata da rocce granitiche e acque turchesi.

.

Giorno 5 - Un salto nel passato a Bonifacio

Bonifacio dalla Marina

Bonifacio dalla Marina 

Facciamo una breve sosta in Francia, a soli 12 kilometri da Spargi. Avete letto bene: Bonifacio è l'ultima città situata all'estremo Sud della Corsica, quindi di dominio francese. Si divide in due aree principali: la Cittadella, che si innalza su una scogliera a capofitto sul mare, e la marina. 

La cosiddetta "città alta" offre scenari indimenticabili. Perdetevi nei vicoli stretti e godetevi del buon cibo in uno dei tanti ristoranti e bistrò della zona, non ve ne pentirete! 

Cosa vedere: 

- La Scala del Re D'Aragona: una lunga scalinata direttamente scavata nella roccia della scogliera, che collega la città al mare. 

- La chiesa di Santa Maria Maggiore: l'edificio più antico della città, risalente al XII secolo. 

- Il Gouvernail (il timone): un tunnel scavato nel 1890 dai francesi e utilizzato da italiani e tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale per controllare le navi che entravano nel porto. Infatti, il tunnel termina in un bunker dal quale è possibile ammirare il porto e il mare circostante.

Giorno 6 - Le tradizioni di Santa Teresa di Gallura 

Santa Teresa di Gallura, spiaggia

Santa Teresa di Gallura, spiaggia

Santa Teresa di Gallura si instaura su un promontorio e fu originariamente fondata dai Savoia con l'unico scopo di combattere il contrabbando. La città vecchia è piena di graziosi negozi di artigiani, pescherie e mercati di ogni genere. 

Il limitrofo Capo Testa è senza dubbio uno dei luoghi più belli di tutta la Sardegna: si tratta di un agglomerato di rocce dalle forme e dai colori caratteristici, unito alla costa da uno stretto istmo di sabbia che ai suoi lati genera due meravigliose baie, Rena di Ponente e Rena di Levante

Cosa vedere e cosa fare:

- Torre di Longosardo: situata su Capo Testa, è la torre più larga realizzata dagli spagnoli nel XVI per sorvegliare le acque circostanti. 

- Il centro storico di Santa Teresa di Gallura: passeggia tra i negozi, i mercati e i ristoranti della zona. Ti consigliamo di assaggiare la tipica Zuppa Gallurese, accompagnata da un buonissimo Vermentino di Gallura DOCG. 

- Punta Falcone: imbocca il sentiero che ti permette di raggiungere la spiaggia di Punta Falcone e fermati a visitare gli edifici militari abbandonati lungo il cammino. 

.

Giorno 7 - La bella vita di Porto Cervo

Vista del porto di Porto Cervo in Sardegna

Vista del porto di Porto Cervo in Sardegna 

Porto Cervo è la capitale della Costa Smeralda per eccellenza, famosa per il lusso e la vita notturna: un villaggio esclusivo che si erge sul mare, ma anche un gioiello d'architettura naturale. Infatti, il nome della città deriva proprio dalla forma dell'insenatura naturale che ricorda la testa di un cervo. 

D'estate la città si trasforma in un connubio scintillante di yacht di lusso e celebrità provenienti da tutto il mondo, e ogni giorno non mancano all'appello party esclusivi ed eventi di vario genere. 

Le migliori spiagge da visitare:

- Spiaggia di Grande Pevero: una delle spiagge più famose della Costa Smeralda, dove si possono incontrare VIP e paparazzi al seguito, soprattutto d'estate. 

- Cala Petra Ruja e Liscia Ruja: situate a Sud di Porto Cervo e caratterizzate da rocce dal color rosso/rosaceo. 

- Cala di Volpe: una delle cale più famose della costa, circondata dalla bellissima macchia mediterranea..

Stai pianificando un viaggio in Sardegna? Controlla la disponibilità delle nostre barche in Costa Smeralda e organizza una vacanza da sogno.