Isole Eolie in Barca a Vela

Isole Eolie in Barca a Vela

Un itinerario di 7 giorni tra i luoghi più belli dell'arcipelago

Nel sud Italia, a nord della Sicilia e bagnato dalle acque del mar Tirreno, si trova uno degli arcipelaghi più belli di tutto il Mediterraneo. Stiamo parlando delle sette perle che formano le Isole Eolie, nonché Lipari, Salina, Vulcano, Alicudi, Filicudi, Panarea e Stromboli. Queste isole sono tutte di origine vulcanica ed emergo dal mare cristallino con la loro bellezza selvaggia, una natura incontaminata e delle atmosfere autentiche e uniche al mondo.

Data la loro natura, il miglior modo di visitarle è approfittando dei venti che soffiano in queste acque e noleggiando una barca a vela o un catamarano. In questo modo, non solo potrete godere appieno delle bellezze e dei luoghi segreti che si celano tra le coste, ma sarete svincolati da qualsiasi orario, lontani dal trambusto dei numerosi turisti e, soprattutto, potrete vivere un'esperienza unica. Una libertà che solo una barca può darti. 

.

Curiosità sulle Isole Eolie 

L'isola più grande di tutto l'arcipelago è Lipari, la quale vanta il più alto numero di turisti ogni anno. Dall'altro lato troviamo Panarea, la più piccola nonché una delle località più famose del sud Italia per la movida e le numerose celebrità che da sempre vi trascorrono le vacanze. 

Salina, conosciuta anche col nome di isola verde, è la terra natia della Malvasia, il celebre vino liquoroso, e gran parte del suo territorio è ricoperto da vigneti e coltivazioni di vario tipo.

A Vulcano è possibile visitare uno delle terme naturali più suggestive, una piscina di acqua sulfurea e fanghi naturali dove concedersi un momento di relax e benessere. Stromboli è l'isola con la più alta attività vulcanica, una tappa obbligatoria per chi avesse voglia di assistere a uno spettacolo mozzafiato. 

Alicudi e Filicudi sono le isole più remote dell'arcipelago, confinate all'estremo ovest, e sono famose per la loro bellezza incontaminata. Sono zone meno battute dai turisti, il che le rende perfette per coloro che desiderano trascorrere una vacanza all'insegna della pace assoluta. Se volete scoprire i segreti che si celano dietro la bellissima isola di Alicudi, leggete il nostro articolo dedicato. 

.

Quando visitare le Isole Eolie

Essendo collocate a nord est della Sicilia, le Isole Eolie sono caratterizzate da estati molto calde e affollate. Vi suggeriamo di visitare l'arcipelago durante la primavera inoltrata (da fine Aprile a Giugno) o in tarda estate (da Settembre agli inizi di Ottobre), quando le temperature sono leggermente più miti e i prezzi sono più ragionevoli. 

Salpiamo insieme in questo fantastico itinerario di sette giorni alla scoperta dell'arcipelago delle Isole Eolie. 


Giorno 1 - Portorosa

Portorosa

Portorosa segnala l'inizio del nostro itinerario ed è diventato un esclusivo punto di richiamo per la clientela turistica più sofisticata. Il complesso di è pienamente immerso nel verde e garantisce relax e riservatezza a tutti i turisti.
Questo angolo di mare vanta la Bandiera Blu, un riconoscimento assegnato alle località di mare che dimostrano di avere servizi di alta qualità e garantiscono la salvaguardia dell'ambiente. Si tratta quindi di un porto che coniuga perfettamente il rispetto dell’ambiente con le esigenze di tutti i viaggiatori che decidono di imbarcarsi alla scoperta delle bellezze delle vicine Isole Eolie.

Noleggia una barca a Portorosa

.

Giorno 2 - Vulcano

Vulcano

Vulcano è l'isola più a meridione dell'arcipelago e dà il benvenuto ai turisti che si avventurano in queste acque con un imponente vulcano dall'enorme cratere, ormai inattivo già dall’800. 
Una delle esperienze più caratteristiche da fare sull'isola è senza dubbio la scalata al cratere, un trekking che vi proietterà in un mondo davvero surreale. Una volta in cima godrete di una spettacolare vista su tutte le altre isole dell'arcipelago eoliano, che raggiunge il picco della sua bellezza al tramonto. 
La piscina naturale di acqua sulfurea e i bagni di fango sono una delle attrazioni principali dell'isola. Visitatele per una giornata di puro relax e benessere. 

What to see in Volcano by boat

- Grotta del Cavallo: situata nella costa ovest dell'isola, è una grotta dalle forme simili a quelle di un anfiteatro greco. Il nome deriva dal masso a forma di testa di cavallo che si trova all'interno della cava. 

- Piscina di Venere: adiacente alla Grotta del Cavallo si trova questa bellissima piscina naturale circondata da rocce di basalto e tufo. Uno spettacolo da esplorare come si deve con maschere e boccaglio! 

Giorno 3 - Lipari

Lipari

Lipari è la più grande delle isole Eolie. I greci la chiamavano Lipara, che significa brillante e fertile. Su quest'isola non manca davvero niente: bellezze architettoniche, chiostri, chiese, belvedere unici, spiagge da esplorare e un'intensa vita notturna. La zona turistica si trova nella parte est dell'isola e si divide in due paesi: Marina Lunga e Marina Corta, entrambi ricche di ristoranti, negozi e bellissimi lungomare. I due paesi offrono pontili d'ormeggio ben attrezzati, dove è possibile attraccare e disporre di tutti i servizi. 
Immancabile una visita a Belvedere di Quattrocchi, il punto panoramico più suggestivo dell'isola.

Cosa vedere a Lipari in barca 

- Capo Rosso: situato nella parte nord-est dell'isola, è un paradiso incontaminato che può essere raggiunto solo con la barca. La selvaggia spiaggia del Gabbiano è un'altra bellissima località da raggiungere con la barca! 

- Spiaggia Praia di Vinci: un luogo incontaminato, perfetto per fare snorkeling. 

- Pumice Cave Bay: la ex cava di pomice che si trova in questa baia è ormai in disuso da molti anni. Di lei è rimasto solo un enorme lato di montagna bianco che si estende fino al mare che crea una bellissima spiaggia chiara dal fondale cristallino.  

.

Giorno 4 - Panarea e Stromboli

Stromboli

Panarea è una delle isole più rinomate dell'arcipelago, il fulcro della movida e località prediletta dalle celebrità. Le strette vie del paese sono piene di boutique, lounge bar e club esclusivi. Si trova a circa 1 ora e 40 minuti di barca da Lipari ed è una tappa imperdibile se ci si sta dirigendo verso Stromboli. L'isola di Panarea è circondata da tante piccole isolette e scogli, tutti molto suggestivi e meritevoli di una visita per esplorarne flora e fauna. Vi suggeriamo di prestare attenzione in questa zona poiché gli isolotti non sono segnalati e la navigazione durante la sera potrebbe risultare pericolosa. 

Cosa vedere a Panarea in barca 

- Cala Junco: dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO per la sua bellezza naturale e per il sito di archeologia preistorica situato nelle vicinanze, è un angolo di paradiso che può essere raggiunto solo tramite barca. 

- Tra gli isolotti di Bottaro e Lisca Nera: nel canale che divide questi due isolotti è possibile attraccare su un basso fondale di sabbia, per godersi una bellissima nuotata nelle acque cristalline. Questa zona è particolarmente famosa per la presenza di solfatare sottomarine, dove bolle di acqua calda di origine vulcanica sgorgano in superficie creando un vero idromassaggio naturale. 

Da Panarea si può raggiungere facilmente la bellissima Stromboli. La bellezza di questo luogo è data dai colori e dagli odori unici di quest'isola: le alte scogliere e le spiagge di ciottoli neri in contrasto con le casette bianche, i profumatissimi alberi di cedri e gli ulivi. Goditi un bagno in queste acque particolari e visita il paesino caratteristico. 

Cosa vedere a Stromboli in barca

- Strombolicchio: questo scoglio di origine vulcanica che emerge solitario dalle acque si trova a poca distanza dall'isola ed è raggiungibile solo in barca. Le sue altissime scogliere rocciose si stagliano violentemente nel mare, creando uno scenario davvero suggestivo. Riuscirai a vedere la roccia a forma di cuore incastonata nel versante a sud? 

- Eruzioni vulcaniche: salpate al tramonto verso il lato ovest di Stromboli per ammirare le eruzioni vulcaniche che avvengono nel cratere del vulcano e le lingue di lava solidificata che si gettano in mare. Vi suggeriamo di rispettare I protocolli di distanza seguiti in queste acque per godervi la vista in tutta sicurezza. 

.

Giorno 5 - Salina

Salina

Salina è l'isola più verde di tutto l'arcipelago, famosa per la riserva naturale che occupa più di metà del territorio. L'isola è coperta in gran parte da vitigni e altre coltivazioni autoctone. Il paese di Santa Marina ospita il porto più grande e più attrezzato dell'arcipelago, ed è un bellissimo villaggio pieno di negozi, ristoranti e tanta movida notturna. Essendo la terra natia della Malvasia, potrete visitare anche il museo del vino. 

Cosa vedere a Salina in barca

- Baia di Pollara: questa baia incantevole è stata resa nota dal celebre film "Il Postino" ed è una piccola perla nascosta nelle coste dell'isola. Da visitare!

.

Giorno 6 - Alicudi

Alicudi

Ci imbarchiamo ora verso Alicudi, l'isola più remota di tutto l'arcipelago. Questo è un luogo dove il tempo sembra essersi fermato: non ci sono farmacie, né banche o discoteche, non esistono strade asfaltate e le persone usano muli per spostarsi da un luogo all'altro. Questo è il vero fascino di Alicudi, l'isola che vive con lo stretto necessario a contatto con la natura. Un vero paradiso in miniatura! 

Leggi il nostro articolo dedicato ad Alicudi per scoprire tutti i luoghi da visitare in questo paradiso incontaminato! 

Giorno 7 - Filicudi

Filicudi

Così come Alicudi, Filicudi è anch'essa un paradiso di natura selvaggia. Appena giunti a Filicudi Porto, è possibile ammirare la bellezza incontaminata che caratterizza questi luoghi. Dal paese è possibile raggiungere il Monte Guardia, uno dei posti più esclusivi di tutta l'isola poiché da qui è possibile ammirare la meravigliosa vista di tutte le isole sorelle fino alla coste della Sicilia. Salite fino in cima a Capo Graziano, a circa un'ora e mezza di distanza dal porto, per visitare un importante sito archeologico. 

Cosa vedere a Filicudi in barca

- Grotta del Bue Marino: conosciuta anche come la cava verde per gli stupendi giochi di luce che caratterizzano le sue acque. La grotta è visitabile al suo interno con una barca dalle piccole dimensioni ed è possibile fare un bagno nelle acque color smeraldo. 

- Canna di Filicudi: si tratta di uno scoglio stretto e alto circa 85 metri che si erge solitario nel bel mezzo del mare. Una vista davvero scenica alla quale vale la pena assistere! Nelle vicinanze, è possibile visitare anche lo scoglio di Montenassari.

.

Filicudi è l'ultima tappa del nostro itinerario esclusivo intorno alle Isole Eolie. Questi luoghi incantevoli e dal fascino selvaggio sanno conquistare il cuore di tutti i turisti che le visitano e vi faranno trascorrere una vacanza unica. 

Se il fascino delle Isole Eolie ha catturato la vostra attenzione, vi suggeriamo di dare un'occhiata alla nostra disponibilità di barche nella zona.